testata

Skal International Italia riconferma
Toti Piscopo alla presidenza
pubblicata il 22 aprile 2015

Toti Piscopo è stato riconfermato presidente di Skal International Italia anche per il biennio 2015-17. La rielezione è avvenuta nel corso dell'ultima assemblea, che si è svolta a margine della diciassettesima edizione di Travelexpo a Palermo.

Per acclamazione, i soci hanno riconfermato l’intero board: anche nei prossimi due anni Piscopo sarà dunque affiancato dal primo vicepresidente Armando Ballarin, presidente del Club di Venezia e dal secondo vicepresidente Agostino Cona, del Club di Firenze.

Antonio Percario, vice presidente dello Skal Roma, continuerà a ricoprire il ruolo di consigliere internazionale mentre Mario Pinna, del Club di Cagliari, è stato confermato come tesoriere e Ignazio Sanna, del Club di Sassari, alla Segreteria Nazionale. Revisori dei conti restano Santino Mogavero del Club di Palermo e Claudio Scarpa del Club di Venezia. Roberto Vitali mantiene l’incarico di consigliere addetto al turismo accessibile.

“I recenti flussi migratori che hanno drammaticamente solcato il Mediterraneo – ha commentato Toti Piscopo – turbano tutti gli operatori turistici professionali che seguono con comprensibile apprensione questo nuovo fenomeno della disperazione. Quanto sta avvenendo – continua Piscopo – pone un forte caso di coscienza. Da una parte la naturale propensione al senso di ospitalità e di accoglienza nei confronti di chi è alla ricerca di serenità e libertà, dall’altro convinti difensori dei nostri confini, che non sono certo geografici o politici, bensì ideologici, culturali, civili e di rispetto per la religione professata, qualunque essa sia. Un impegno – aggiunge Piscopo – a cui gli operatori turistici professionali non si devono e non si vogliono sottrarre e di cui si devono fare, con atto di responsabilità, ambasciatori con i rispettivi Paesi, particolarmente con quelli dell’intera area europea.

Sulla base di questi valori e obiettivi, sollecitiamo lo Skal International, proprio per le sue caratteristiche di trasversalità professionale, multietnia e religiosità, a fare sentire forte la sua voce dando nuova energia e vigoria ai Club dell’area europea che sono in prima linea rispetto a questo dramma umano numericamente sempre più rilevante e drammaticamente sempre più macabro. In funzione di questo – conclude Piscopo – abbiamo dato mandato, al nostro consigliere internazionale Antonio Percario, attualmente riunito ad Haarlem in Olanda con gli altri consiglieri internazionali, di sollecitare l’immediata revisione statutaria che consenta allo Skal International di adeguare la sua azione di governo nel settore turistico verso le mutate esigenze politiche e di mercato che non può prescindere dalla rivalutazione dei più elementari valori di libertà e di rispetto dei diritti civili, oltre che di funzionalità ed efficienza”.

Inoltre, sarà obiettivo di questo biennio, a livello nazionale e internazionale, riproporre all’attenzione dei governi e degli enti locali il tema del turismo accessibile in cui l’Italia attraverso il suo addetto di settore Roberto Vitali, costituisce una punta di eccellenza. Tra gli altri obiettivi primari il potenziamento di tutti i club italiani, con un’azione intensa di proselitismo anche nei confronti degli Skal Young, Infine, lo Skal International Italia si intesta a livello nazionale, così come negli anni precedenti, la Giornata del Turismo del 27 settembre, che costituisce uno dei momenti di maggiore confronto e visibilità.

SKAL INTERNATIONAL ITALIA Fondata come associazione internazionale nel 1934, Skal è la più grande organizzazione di viaggi e turismo professionali nel mondo che abbraccia tutti i settori dell’industria dei viaggio e turismo. Ha sede in 5 continenti, 87 paesi e conta 22.000 membri fra albergatori e agenti di viaggio, compagnie aeree, giornalisti del turismo, accademici del turismo.
In Italia lo Skal iniziò la sua attività il 18 novembre 1942, con la costituzione del Club di Roma, 52° nel mondo. Oggi in Italia gli Skal Club sono 10 di cui fanno parte oltre 500 soci, tutti professionisti del turismo. La parola SKAL, di origine nordica, fu presa a simbolo del movimento perché i fondatori vollero ricordare l’atmosfera di cordialità e di amicizia con la quale furono accolti in un meeting organizzato in Scandinavia da alcune grandi compagnie aeree. S sta per SUNDHET (salute), K per KARLEK (amicizia), A per ALDER (lunga vita) e infine L per LYCKA (felicità).