testata

Primi passi nel campo
del turismo accessibile per Skal Italia
pubblicata il 3 aprile 2013

Milano - Rinnovati i vertici di Skal International Italia nel corso dell’ultima assemblea, che si è svolta a Milano in concomitanza della Bit. Nuovo presidente per il biennio 2013-15 è stato eletto Toti Piscopo, presidente del Club di Palermo; primo vicepresidente Armando Ballarin, presidente del Club di Venezia e secondo vicepresidente Agostino Cona, presidente del Club di Firenze. Antonio Percario, vice presidente dello Skal Roma è stato nominato consigliere internazionale mentre sono stati riconfermati Mario Pinna, del Club di Cagliari nel ruolo di tesoriere e Maria Luisa Sangalli, del Club Lombardia alla Segreteria Nazionale. Nominati come revisori dei conti Santino Mogavero del Club di Palermo e Claudio Scarpa del Club di Venezia. Sempre del Club di Venezia è Roberto Vitali, nominato consigliere addetto al turismo accessibile.

L’assemblea è stata l’occasione per fare una veloce disamina della situazione turistica in Italia considerata da più parti particolarmente preoccupante non solo per la crisi economica globale ma anche per la mancanza di competitività sui mercati internazionali dovuti all’eccesso di pressione fiscale ed a una normativa finanziaria penalizzante per le imprese. Su questo punto si è discusso della necessità di individuare, pur nella comprensibile esigenza di tracciabilità dei flussi, una soluzione alternativa possibile al limite per il pagamento in contanti.

“Lo Skal International Italia – sottolinea Piscopo - proprio per la natura dei suoi soci, tutti operatori turistici con interessi professionali trasversali rispetto agli interessi imprenditoriali delle singole categorie, costituisce un’antenna sensibile sul territorio anche delle esigenze del mercato internazionale. Stiamo in atto lavorando ad un’idea progettuale “L’Italia per l’Italia”, un tema sui cui vogliamo sviluppare il turismo ricettivo ponendoci al fianco dei soggetti pubblici a livello nazionale e locale per individuare un nuovo modello di organizzazione turistica che renda le categorie della filiera più produttive e più competitive.

Per questo chiederemo a breve un incontro con i vertici nazionali e regionali delle organizzazioni turistiche per offrire la nostra disponibilità ad elaborare azioni comuni e possibili per la valorizzazione dei singoli territori e più in generale dell’offerta turistica nazionale. Intanto – conclude Piscopo - il primo banco di prova sarà Milano Expo 2015 che promuoveremo e sosterremo con azioni di marketing mirate da sviluppare anche sul piano internazionale”.

SKAL INTERNATIONAL ITALIA Fondata come associazione internazionale nel 1934, Skal è la più grande organizzazione di viaggi e turismo professionali nel mondo che abbraccia tutti i settori dell’industria dei viaggio e turismo. Ha sede in 5 continenti, 87 paesi e conta 22.000 membri fra albergatori e agenti di viaggio, compagnie aeree, giornalisti del turismo, accademici del turismo.
In Italia lo Skal iniziò la sua attività il 18 novembre 1942, con la costituzione del Club di Roma, 52° nel mondo. Oggi in Italia gli Skal Club sono 10 di cui fanno parte oltre 500 soci, tutti professionisti del turismo. La parola SKAL, di origine nordica, fu presa a simbolo del movimento perché i fondatori vollero ricordare l’atmosfera di cordialità e di amicizia con la quale furono accolti in un meeting organizzato in Scandinavia da alcune grandi compagnie aeree. S sta per SUNDHET (salute), K per KARLEK (amicizia), A per ALDER (lunga vita) e infine L per LYCKA (felicità).